Wordpress

Come convertire un sito WordPress in una App?

Come convertire un sito WordPress in un’app Android utilizzando Android Studio?

Il tuo sito Web WordPress ha bisogno di un’app mobile? Se controlli il traffico del tuo sito web in google analytics, vedrai che sempre più persone navigano in Internet utilizzando i loro telefoni cellulari. Uno dei modi più semplici per assicurarsi che gli utenti di dispositivi mobili abbiano una buona esperienza sul tuo sito è renderlo reattivo al cellulare.

Per alcune aziende, disporre di un sito reattivo non è sufficiente. Potrebbero voler offrire un’esperienza utente ancora più piacevole creando le proprie app mobili .

Se hai pensato di trasformare il tuo sito WordPress in un’app per Android, potresti già sapere quanto costa avere un’app costruita da zero.

Esistono due metodi per convertire un sito in un’app per Android:

  • Utilizzo di plugin (plugin a pagamento).
  • Coding (utilizzando Android Studio).

PASSAGGI PER CONVERTIRE IL SITO WORDPRESS IN UN’APP ANDROID

La prima cosa di cui hai bisogno è un sito WordPress in esecuzione, per questo è necessario il miglior hosting e plugin essenziali  per il funzionamento.

Passaggio 1: download e installazione di Android Studio

Android Studio ti offre un editor di codice avanzato e un set di modelli di app. Inoltre, contiene strumenti per lo sviluppo, il debug, i test e le prestazioni che rendono più veloce e più facile lo sviluppo di app.

Scarica lo studio Android dal sito ufficiale . Ci sono opzioni disponibili per diversi sistemi operativi.

Completa il processo di installazione dopo aver scaricato il programma, ci vorranno alcuni minuti per completare il processo.

Passaggio 2: creazione di un nuovo progetto

La schermata di benvenuto di Android Studio ti offre una serie di opzioni per ciò che vuoi fare. Voglio creare un nuovo progetto, quindi fai clic sull’opzione per “Avvia un nuovo progetto per Android Studio“.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Passaggio 3: Impostazioni di base per una nuova app

Android Studio utilizza il dominio aziendale e il nome dell’applicazione per formare il nome del pacchetto che verrà utilizzato per la tua app.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Qui è necessario inserire il proprio nome dell’applicazione e il proprio nome di dominio e fare clic su “Avanti”.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Ora devi indicare il livello API di Android che la tua app utilizzerà. I livelli API aumentano con ogni nuova versione di Android. A meno che tu non voglia soltanto che la tua app funzioni sui dispositivi più recenti, probabilmente vorresti specificare una delle API più vecchie.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Scegli l’attività per la tua app. Consiglierò di andare con l’attività vuota.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Mantenere i nomi così come sono e fare clic su “Fine”. Ora hai creato con successo un’app vuota.

Passaggio 4: Layout dell’app

Un  layout  descrive  l’aspetto dello schermo.  I layout sono scritti come file XML e dicono a Android come sono organizzati i diversi elementi dello schermo.

Per modificare il layout è necessario aprire activity_main.xml.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Scegli Android o Progetto >> App >> res >> layout >> activity_main.xml . Copia il codice qui sotto e incollalo nel tuo file xml.

Nota:  negli strumenti di riga: context = “com.example.first.MainActivity” devi inserire il nome di dominio e il nome dell’app.

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>  <RelativeLayout xmlns:android="http://schemas.android.com/apk/res/android"       xmlns:tools="http://schemas.android.com/tools"      android:id="@+id/activity_main"      android:layout_width="match_parent"      android:layout_height="match_parent"      tools:context="com.example.first.MainActivity">            <WebView           android:id="@+id/webview"          android:layout_width="match_parent"          android:layout_height="match_parent" />  </RelativeLayout>  

Passaggio 5: codice principale per l’esecuzione dell’app

Il codice di attività principale è un file Java  MainActivity.java . Questo è il vero file dell’applicazione che alla fine esegue l’applicazione.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Scegli Android o Project >> App >> Java >> il nome dell’app >> MainActivity.java . Di seguito è riportato il codice che è necessario sostituire nel file java.

package com.example.first;    import android.support.v7.app.AppCompatActivity;  import android.os.Bundle;  import android.webkit.WebSettings;  import android.webkit.WebView;  import android.webkit.WebViewClient;    public class MainActivity extends AppCompatActivity {      private WebView mywebView;      @Override      protected void onCreate(Bundle savedInstanceState) {          super.onCreate(savedInstanceState);          setContentView(R.layout.activity_main);          mywebView = (WebView) findViewById(R.id.webview);          WebSettings webSettings= mywebView.getSettings();          webSettings.setJavaScriptEnabled(true);          mywebView.loadUrl(https://example.com/);          // Line of Code for opening links in app          mywebView.setWebViewClient(new WebViewClient());      }        //Code For Back Button      @Override      public void onBackPressed() {          if(mywebView.canGoBack())          {              mywebView.goBack();          }            else          {              super.onBackPressed();          }      }  }  

NOTA: Sostituisci l’URL (esempio.com) con il tuo nome di dominio.

Passaggio 6: Sviluppo di componenti per l’app

I componenti che sviluppi come parte della tua applicazione, devi dichiarare tutti i suoi componenti in un file manifest.xml  che risiede nella radice della directory del progetto dell’applicazione. Questo file funziona come un’interfaccia tra il sistema operativo Android e la tua applicazione, quindi se non dichiari il componente in questo file, questo non verrà considerato dal sistema operativo.

Nota:  è necessario modificare Android: label = “@ string / nome_app” e sostituire nome_app con il nome dell’app.

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

Scegli Android o Project >> App >> manifests >> AndroidManifest.xml . Copia il codice e incollalo nel tuo file xml.

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>  <manifest xmlns:android="http://schemas.android.com/apk/res/android"       package="com.example.first">       <uses-permission android:name="android.permission.INTERNET"></uses-permission>              <application           android:allowBackup="true"           android:icon="@mipmap/ic_launcher"           android:label="@string/app_name"            android:roundIcon="@mipmap/ic_launcher_round"           android:supportsRtl="true"           android:theme="@style/AppTheme">           <activity android:name=".MainActivity">               <intent-filter>                   <action android:name="android.intent.action.MAIN" />                     <category android:name="android.intent.category.LAUNCHER" />               </intent-filter>           </activity>       </application>    </manifest>  

Passaggio 7: esecuzione dell’app

Ora è arrivato il momento di vedere se tutto funziona.

Ci sono due opzioni per l’esecuzione delle tue app. La prima opzione è quella di eseguire su un dispositivo fisico e la seconda opzione è quella di utilizzare l’emulatore di Android.

L’emulatore consente di configurare uno o più  dispositivi virtuali Android  e quindi eseguire l’app nell’emulatore  come se fosse in esecuzione su un dispositivo fisico .

Ora fai clic sul pulsante Esegui (icona di riproduzione) nella barra dei menu in alto.

Successivamente, Android Studio installa l’app sul tuo dispositivo virtuale Android e la avvia e, se tutto va bene con il tuo set-up e l’applicazione, visualizzerà i seguenti

Il pulsante Esegui crea e distribuisce la tua app su un dispositivo. Tuttavia, per creare la tua app da condividere o caricare su Google Play, dovrai utilizzare una delle opzioni nel   menu Genera per compilare parti o tutti i tuoi progetti. Lo vedremo al punto 9 .

Passaggio 8: Come cambiare l’icona dell’app

Android Studio include uno strumento chiamato Image Asset Studio che ti aiuta a generare le tue icone di app da icone di materiali, immagini personalizzate e stringhe di testo.

Tutto quello che devi fare è caricare la tua immagine e la risorsa immagine genererà un set di icone alla risoluzione appropriata per ogni dimensione supportata dalla tua app.

Nota: fare clic sul campo del percorso per trovare l’immagine o il logo che si desidera caricare. Se il nome dell’immagine o del logo è diverso, è necessario aggiungere il nome in Android: icon = “@ mipmap / nuovo nome” nel codice AndroidManifest.xml.

Passaggio 9: firma la tua app per condividere su Google Play

Android richiede che l’APK sia firmato digitalmente con un certificato prima di poter essere installato. E devi firmare la tua app prima di caricarla su Google Play.

Avvia la procedura di firma seguendo i passaggi indicati di seguito.

Nella barra dei menu in alto, fai clic su  Build  >  Build> Genera pacchetto firmato / APK .

Sotto il percorso dell’archivio chiavi, fare clic su Crea nuovo.

Nella finestra Nuovo keystore, fornire le seguenti informazioni

come-convertire-un-sito-wordpress-in-una-app

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Percorso archivio chiavi : selezionare la posizione in cui conservare il keystore e creare una password per il keystore.

Il nome Alias può essere mantenuto come mostrato nell’immagine o è possibile cambiare il nome.

Crea e conferma la password. Questo dovrebbe essere diverso dalla password che hai scelto per il tuo keystore.

Validità : la tua chiave dovrebbe essere valida per almeno 25 anni, quindi puoi firmare gli aggiornamenti delle app con la stessa chiave.

Immettere le informazioni necessarie nel campo del certificato e fare clic su “OK”.

Per firmare il tuo APK per il rilascio in Android Studio, fai clic su Build >> Generated Signed Bundle / APK e vedrai l’immagine sopra. Clicca su ‘Avanti’.

In questa finestra seleziona la cartella di destinazione per la tua app firmata. Seleziona il tipo di build, sia che si tratti di un’app gratuita o a pagamento.

Quindi, selezionare sia V1 e V2 Signature Versions. Fai clic su “Fine” e vedrai la seguente notifica nella parte inferiore dello schermo.

Ora puoi distribuire la tua app tramite Google Play Store.

EXTRA:

Se vuoi rimuovere la barra superiore dalla tua app, tutto ciò che devi fare è andare su Android >> app >> res >> values ​​>> style.xml e modificare la seguente riga di codice

<style name = “AppTheme” parent = “Theme.AppCompat.Light.DarkActionBar”>
a
<style name = “AppTheme” parent = “Theme.AppCompat.Light.NoActionBar”>

Leave a Reply

Rispettiamo la tua privacy!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

Privacy & Cookie Policy