Skip to main content
WordPress

Come passare dall’editor Elementor a Gutenberg in WordPress

Non ci vuole molto per capire perché le persone usano Elementor . 

È veloce. È reattivo. Consente di creare siti Web WordPress di bell’aspetto con la comodità del trascinamento della selezione. E come magazzino per i tuoi contenuti dinamici, ci sono pochi modi migliori per creare siti Web strabilianti senza conoscere una singola riga di codice.

Allora perché alcune persone passano all’editor Gutenberg di WordPress ? Ci sono alcuni motivi:

  • Ottimizzazione dei contenuti. È facile avviare contenuti dinamici nell’editor Gutenberg e ottenere comunque un buon punteggio negli approfondimenti di Google PageSpeed. Con Elementor, spesso hai bisogno di un’ulteriore ottimizzazione della pagina come la rimozione di risorse per abbinare questi risultati.
  • Dimensioni della pagina. Poiché Gutenberg fa meno affidamento sugli script delle risorse, si carica più rapidamente e crea una pagina più leggera. Si potrebbe dire che aderisce al principio “less is more”.
  • Velocità. Con l’aumento delle dimensioni della pagina aumenta la velocità. Come ha osservato Deepak Ghimire in Medium , “La velocità conta! E ora conta molto per Google!” Ghimire ha citato la velocità delle pagine come uno dei motivi principali per cui è passato a Gutenberg.

Inoltre, il prezzo di Elementor oscilla. Non si può dire se un nuovo aumento dei prezzi è dietro l’angolo. Nel frattempo, Gutenberg è libero di usare. 

Con questo in mente, ecco i passaggi che dovrai intraprendere se stai considerando di passare da Elementor all’editor Gutenberg di WordPress.

Da Elementor a WordPress Editor Gutenberg: come effettuare il passaggio

Non lasciarti intimidire dall’elenco di passaggi che vedi: questo è semplicemente un modo per aiutarti a prepararti per una conversione passo dopo passo. A seconda dei temi che stai utilizzando in Elementor, il processo può essere molto più semplice di quanto pensi. Ma non fa mai male essere scrupolosi.

1. Preparazione: pianificare la conversione e archiviare i backup

Il primo passo è la preparazione. Pianificalo prima di eseguire qualsiasi cosa, perché alcune modifiche potrebbero essere irreversibili. 

Durante questa fase, assicurati di salvare tutti i contenuti che devi archiviare in modo permanente. Non c’è motivo per cui il tuo sito web vada in rovina con una semplice conversione, ma non fa mai male avere dei backup , per ogni evenienza.

Dovresti anche fare qualche ricerca sulla versione di Elementor che stai utilizzando. Ad esempio, il tema Blocksy è facile per questa conversione e puoi persino continuare a eseguire il tema sul tuo sito. 

Nota: se vuoi fare un prima/dopo sulle prestazioni del tuo sito, la fase di preparazione è il momento di fare uno speed test e vedere a che punto sei.

2. Prepara tutto su un sito Web di staging

Un motivo per preparare il tuo passaggio a Gutenberg con largo anticipo: devi considerare i tuoi clienti. Se molte persone fanno affidamento sul fatto che il tuo sito Web sia attivo a una certa ora, non usarlo per i tuoi aggiornamenti.

Ma invece di mettere un cartello “siamo chiusi”, dovresti prendere in considerazione l’ utilizzo di un sito Web di staging per risolvere i problemi. Una settimana di inattività di un sito può essere devastante per la tua SEO e la fedeltà del tuo pubblico.

3. Rimuovere Elementor Page Builder

Rimuovere il generatore di pagine è il primo passo, ma tieni presente: se stai utilizzando un tema Elementor leggero come Blocksy, potresti essere in grado di continuare.

4. Installa l’editor dei blocchi di Gutenberg

Una volta eliminati i vecchi progetti, sei libero di installare Gutenberg Blocks Editor . Se stai utilizzando vecchi contenuti dinamici, potrebbe essere necessario modificarli in Gutenberg Blocks Editor per farli sembrare esattamente come desideri. 

Tuttavia, Gutenberg fa un buon lavoro con importanti contenuti dinamici: potresti semplicemente dover apportare alcune modifiche per assicurarti che il “blocco” corrispondente corrisponda alle tue intenzioni.

gif editor di gutenberg wordpress

5. Ottimizza per la velocità

Esegui un test di velocità sul nuovo sito e confrontalo con il vecchio sito. Se tutto va bene, dovresti notare sostanziali miglioramenti della velocità rispetto ai risultati che stavi ottenendo nel passaggio uno.

Che ne dici dell’utilizzo simultaneo di Elementor e WordPress Gutenberg?

Potresti aver notato che in alcuni casi puoi usare Elementor e Gutenberg contemporaneamente. Chiamalo “il meglio di entrambi i mondi”. Se preferisci gli elementi di design della pagina di Elementor ma la modifica dinamica di Gutenberg, non c’è motivo per cui dovresti scegliere l’uno o l’altro.

Ecco alcuni modi in cui puoi farlo:

Attenersi a temi semplici di Elementor

Per i web designer click-and-drop, si è tentati di scorrere infiniti temi di Elementor alla ricerca di “quello perfetto”. Questo è controproducente. Quello che vuoi è un tema semplice. Puoi sempre costruirci sopra in seguito e i temi più semplici tendono a lasciare che “Elementor faccia le sue cose”, come dice WPApprentice .

In poche parole: più facile sarà l’esecuzione di Elementor, più facile sarà l’integrazione con Gutenberg.

Disattiva Elementor per i tuoi post

Vai a:

  • Elementor > Impostazioni
  • In “Tipi di post”, deseleziona la casella “Post”.
  • Salva le impostazioni.

Il motivo per cui vuoi farlo subito: se prevedi di utilizzare Gutenberg Editor, puoi e dovresti iniziare a creare all’interno dell’editor il prima possibile. Lascia “post editing” di Elementor disattivato e vai al passaggio successivo.

Usa il Builder “Pro Theme” di Elementor

A questo punto, dovresti avere un’idea di come vuoi che sia il tuo sito principale. Ora usa Pro Theme Builder di Elementor per creare modelli per post e pagine.

Il metodo base? Crea e modifica i tuoi post all’interno di Gutenberg dopo averlo installato. Gutenberg “popolerà” il modello progettato da Elementor con il contenuto dinamico che hai inserito in Gutenberg. Se sembra un po’ complicato, pensaci in questo modo: Elementor è la cornice e Gutenberg è il dipinto al suo interno.

Leave a Reply

Rispettiamo la tua privacy!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

Privacy & Cookie Policy