Skip to main content
Web DesignWeb Marketing

Come eseguire la ricerca di parole chiave nel 2020

In questo post, tratteremo tutto ciò che devi sapere sulla ricerca di parole chiave, tra cui una procedura dettagliata per creare il tuo documento di ricerca di parole chiavi!

L’importanza della ricerca di parole chiave

Ad alto livello, la ricerca di parole chiave è importante perché ti indirizza a utilizzare parole, frasi e domande in tutto il tuo sito Web che i tuoi clienti utilizzano per trovare attività commerciali come la tua. Quando non completi la ricerca di parole chiave, corri il rischio di utilizzare la lingua in tutto il tuo sito con un volume di ricerca basso o un intento non corrispondente, che causerebbe il flop del tuo traffico organico.

Quando si tratta di ricerca di parole chiave, pensa come i tuoi potenziali clienti e sei sicuro di trovare una miriade di domande e argomenti che in precedenza non stavi utilizzando sul tuo sito web. Ora che hai compreso l’importanza della ricerca di parole chiave, affrontiamo il primo passaggio del processo di ricerca di parole chiave. 

Passaggio 1: crea i tuoi argomenti

Il primo passo per la creazione del documento di ricerca per parole chiave principale è quello di tenere conto di tutti i servizi e le offerte di prodotti. Ad esempio, l’elenco di HostGator includerebbe hosting condiviso, hosting WordPress, sito Web builder, hosting VPS, hosting dedicato e nomi di dominio. A questo punto, mantieni il tuo elenco di livello piuttosto elevato poiché scoprirai le variazioni di tali parole chiave e le parole chiave correlate durante il processo di ricerca delle parole chiave . 

Con i miei documenti di ricerca per parole chiave, di solito creo un foglio di Google con una scheda diversa per ciascuno dei miei argomenti. All’interno di ciascuno di questi fogli, creo colonne per quanto segue (che tratteremo nelle prossime sezioni): 

  • Parola chiave
  • MSV (volume di ricerca mensile)
  • intento 
modello di ricerca per parole chiave google

Ora che le ossa del mio documento sono impostate, sono pronto per iniziare il vero processo di ricerca. 

Passaggio 2: inizia la tua ricerca

Quando si tratta di ricerca di parole chiave, ci sono dozzine di strumenti sia gratuiti che a pagamento che puoi scegliere – o mescolare e abbinare – per completare la ricerca di parole chiave. Mentre alcune persone potrebbero pensare che tu abbia bisogno di strumenti a pagamento per completare la ricerca di parole chiave, in realtà puoi creare un elenco piuttosto solido di parole chiave utilizzando strumenti di ricerca gratuiti. Questi sono i miei preferiti personali per i siti Web più piccoli:

Strumenti a pagamento

SEMRush

Moz

Strumenti gratuiti

Google Keyword Planner : lo strumento di ricerca di parole chiave di Google per campagne a pagamento può essere utilizzato anche per la ricerca di parole chiave organiche. Crea semplicemente un account Google Ads e vai allo strumento di ricerca per parole chiave per eseguire la tua ricerca. 

Completamento automatico di Google: quando un utente cerca una query all’interno di Google, Google tenta di aiutarti completando automaticamente le query più comuni. Prendi nota di queste query completate automaticamente e aggiungile al tuo elenco. 

Completamento automatico di Google per la ricerca di parole chiave

Anche le persone di Google chiedono: alcune query hanno caselle “Anche le persone chiedono” che, come suggerisce il nome, visualizzano altre domande che le persone cercano frequentemente quando esaminano un argomento. 

le persone di Google chiedono anche la ricerca di parole chiave

Molti di questi strumenti restituiranno sia la corrispondenza generica sia le query correlate, il che significa che vedrai davvero l’intero spettro delle parole chiave correlate del tuo argomento. SEMrush, Moz, Google Keyword Planner e altri strumenti di ricerca per parole chiave ti daranno il volume di ricerca mensile per la tua query, ma il Completamento automatico e PAA no. Ecco perché utilizzo sempre gli strumenti per la maggior parte della mia ricerca di parole chiave e, se necessario, integra semplicemente Completamento automatico e PAA. 

Volume di ricerca mensile

Parlando del volume di ricerca mensile, o MSV, discutiamo della sua importanza. Il volume di ricerca mensile ti fornirà una stima del numero di persone che cercano tale parola chiave ogni mese e, sebbene possa essere allettante indirizzare solo le query più cercate, tieni presente che maggiore è il volume di ricerca, più difficile sarà per classificare, poiché tutti i siti Web cercheranno di classificare per quelle parole chiave. 

Questo non vuol dire che non dovresti assolutamente indirizzare query MSV elevate, ma dovresti avere un mix di termini principali (parole chiave MSV alte) e parole chiave a coda lunga (query con volume di ricerca più basso che sono in genere frasi più lunghe). In questo modo, non stai mettendo tutte le uova nello stesso paniere!

Ora abbiamo compilato due delle nostre colonne – parole chiave e MSV – e dovremmo avere lunghi elenchi di tutti i tipi di parole chiave, frasi e domande correlate, sia con volumi di ricerca mensili alti che bassi. Questo ci lascia con un’altra colonna da compilare – Intento. 

intento

Questo è il passo che molte persone dimenticano quando mettono insieme i loro primi documenti di ricerca per parole chiave, anche se è molto facile da completare! L’intento di ricerca è il “perché” dietro una particolare ricerca – perché qualcuno stava cercando questo termine. Stanno cercando di imparare qualcosa? Stanno cercando un prodotto? O sono pronti per l’acquisto? Ad esempio, con il “dominio del sito Web”, qualcuno potrebbe essere interessato ad apprendere quali sono i domini, mentre un altro ricercatore potrebbe voler acquistare un dominio per il suo nuovo sito Web. 

Per verificare l’intento dietro ogni parola chiave, è necessario cercare manualmente (in modalità di navigazione in incognito) ogni query nell’elenco e scorrere la prima pagina dei risultati. Si desidera cercare i tipi di pagine che si classificano nella prima pagina; le pagine possono in genere essere classificate nei seguenti raggruppamenti: 

  • Pagine transazionali: pagine front-of-site con l’obiettivo di convincere i clienti ad acquistare. 
  • Pagine delle risorse: blog e altre pagine delle risorse che istruiscono i clienti sui loro prodotti. 
  • Pagine di compilazione: elenchi dei principali prodotti o aziende X. Pubblicazioni in genere più grandi le mettono insieme. 

Prendi nota nel documento principale della parola chiave del tipo di pagina che è principalmente in classifica per quella query. Questo ti guiderà nel determinare quali parole chiave dovresti usare su ciascuna delle tue pagine. Ad esempio, “la ricerca del nome di dominio” restituisce tutte le pagine transazionali, rendendolo un’ottima parola chiave per il targeting con la nostra pagina del dominio. D’altra parte, la “ricerca di parole chiave” porta solo blog e altre risorse, quindi sarà difficile per la tua agenzia SEO classificarsi a pagina uno per la sua pagina di servizio di ricerca di parole chiave. 

Una volta che la colonna di intenti è stata completamente compilata, sarai in grado di restringere le parole chiave su cui prevedi di utilizzare dove e potresti persino rimuovere completamente le parole chiave dal tuo elenco. 

Come utilizzare la ricerca di parole chiave

Dopo aver completato la ricerca di parole chiave , puoi utilizzarla per ottimizzare i tuoi contenuti attuali e per indirizzare la creazione di nuovi contenuti. La cosa importante da notare nella ricerca di parole chiave è che l’obiettivo finale non dovrebbe essere quello di riempire il tuo sito Web con queste query, ma piuttosto usarle naturalmente in tutte le tue pagine. 

Sebbene non vi siano regole rigide e veloci, una buona regola empirica è quella di scegliere come target non più di tre parole chiave (correlate) per pagina, ad esempio per una pagina di destinazione del dominio, potremmo scegliere di scegliere come target dominio, nome dominio e nome dominio cerca come parole chiave principali. Questa metodologia alla base dell’implementazione della ricerca per parole chiave garantirà che non solo includerai quelle importanti parole chiave target, ma dirigeranno il contenuto del resto della tua pagina ad essere altamente pertinente per l’argomento principale, includendo anche le parole chiave semantiche. Ciò si tradurrà in una pagina ben arrotondata e ottimizzata che si posizionerà bene per le parole chiave scelte!

Leave a Reply

Rispettiamo la tua privacy!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

Privacy & Cookie Policy