Skip to main content
Web DesignWeb Marketing

Che impatto avrà il COVID-19 sull’eCommerce durante le festività natalizie?

I rivenditori sanno che l’acquisto di regali per le vacanze invernali è ciò che fa andare avanti il ​​settore e fino a quest’anno le cifre delle vendite per le festività erano aumentate, aumentando costantemente anno dopo anno. 

Ora, tuttavia, molti consumatori affermano di non essere sicuri che spenderanno tanto nel 2020 come negli anni passati. Alcuni si sono già impegnati a spendere meno. E molti affermano di aver apportato grandi cambiamenti nel modo in cui intendono acquistare regali per le feste quest’anno.

Ecco cosa devono sapere ora i piccoli rivenditori online sui piani di spesa delle vacanze 2020 dei consumatori, le categorie di regali popolari e le potenziali modifiche ai principali giorni di vendita. Usa queste informazioni per  pianificare il marketing delle festività natalizie , la selezione dei prodotti, i prezzi e le promozioni.

Il commercio elettronico sembra diverso quest’anno.

Di solito, la stagione delle vacanze è il grande evento che i rivenditori trascorrono tutto l’anno a prepararsi. L’enorme volume di traffico del sito, ordini e richieste di evasione spinge molti venditori al limite. Considerala come la grande maratona per la quale ti sei allenato. Ma le cose adesso sono diverse.

Che cosa sta cambiando? Con molti negozi chiusi e le persone che si rifugiano a casa, il volume di eCommerce quotidiano è molto, molto in aumento rispetto agli anni precedenti. Ogni giorno ad aprile, ad esempio, i siti di eCommerce hanno registrato un traffico maggiore rispetto al Black Friday 2019, il giorno di shopping più popolare della stagione delle vacanze. È come correre una maratona al giorno dall’inizio degli arresti.

Cosa significano i cambiamenti? Questo significa che la stagione delle vacanze sarà ancora più grande che in un anno normale? O i consumatori potranno stanziare i loro budget prima delle vacanze? Nessuno è ancora veramente sicuro, perché fattori come la domanda repressa da parte dei consumatori che finora sono sfuggiti al danno finanziario possono guidare le vendite delle vacanze. 

Tuttavia, è una scommessa sicura che se i tuoi clienti sono già sensibili al prezzo, lo saranno ancora di più questo inverno. All’inizio del 2020, il 42% dei consumatori ha dichiarato di aver effettuato gli acquisti online del 2019 in base al prezzo e il 24% ha dichiarato di non aver mai pagato il prezzo intero online. Quell’indagine è stata presa quando la disoccupazione era al minimo di 50 anni. Ora è vicino all’11%. 

Cosa puoi fare adesso

Controlla le tue metriche per vedere se 

  • I tuoi bestseller sono passati da articoli più a meno costosi.
  • Le tue offerte di sconto stanno ottenendo più conversioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
  • I punti di prezzo sugli articoli della lista dei desideri più recenti dei tuoi clienti sono diminuiti.

Questi dati possono mostrarti se i tuoi clienti stanno ridimensionando le loro spese e stanno cercando altre offerte. In tal caso, probabilmente si aspetteranno grandi offerte e i prezzi più bassi possibili durante le vacanze. 

Concentrati sui prodotti che si adattano alla fascia di prezzo dei clienti e alle tendenze della lista dei desideri. E inizia a pianificare le tue offerte di sconto, la spedizione gratuita e altre promozioni per rendere felici i tuoi acquirenti delle vacanze.

Il calendario delle vendite delle festività potrebbe diventare strano.

Negli anni precedenti, più di un terzo dei consumatori ha iniziato ad acquistare regali per le feste prima di novembre. Ma il lungo weekend che include il Ringraziamento, il Black Friday e il Cyber ​​Monday ha rappresentato un’enorme percentuale di e-commerce e vendite al dettaglio. Questo grafico del sondaggio sui consumatori delle festività della National Retail Federation 2019 mostra come vanno di solito le cose:

tendenze tipiche dello shopping natalizio dei consumatori

Che cosa sta cambiando? Le vendite del Black Friday in negozio quasi certamente non assomigliano agli eventi affollati del passato. Macy’s , e presumibilmente altri rivenditori, stanno cercando opzioni di acquisto online, ritiro presso la sede per ridurre l’affollamento in negozio e più acquirenti potrebbero continuare ad acquistare online invece di tornare nei negozi fisici. Ciò potrebbe significare un traffico del sito Web ancora maggiore il Black Friday e il Cyber ​​Monday.

Il più grande sconosciuto in questo momento è quando accadrà Amazon Prime Day. Dal 2015 allo scorso luglio, il Prime Day è stato il più grande evento di shopping online dell’estate, raccogliendo oltre $ 7 miliardi di vendite nel 2019. Quest’anno, il gigante dell’eCommerce ha rinviato il Prime Day fino all’autunno, forse all’inizio di ottobre. 

Cosa significano i cambiamenti? Cosa succede quando sposti un evento di vendita per singolo rivenditore da 7 miliardi di dollari al mese prima del Black Friday? Nessuno può dirlo con certezza, ma se gli acquirenti acquistano regali per le vacanze, possono spendere meno per il Black Friday e il Cyber ​​Monday.

Cosa puoi fare adesso

Guarda l’annuncio di Amazon della data del Primo Giorno 2020. Inizia a pensare alle promozioni che potresti lanciare contemporaneamente al Prime Day, per incoraggiare i tuoi clienti a restare con te. 

Se non offri già i tuoi prodotti su Amazon e sul tuo sito web, considera l’idea di iniziare in modo da poter entrare nella frenesia del Prime Day, ogni volta che accade.

E ora è un buon momento per assicurarsi che il tuo piano di hosting possa aumentare per adattarsi a qualsiasi impennata del traffico durante le festività natalizie.

Le categorie di prodotti più vendute potrebbero cambiare quest’anno.

Alcuni dei prodotti che sembrano sempre essere tra i primi 10 nella lista dei regali per le vacanze potrebbero non fare altrettanto quest’anno. Considera questo elenco dall’indagine sui consumatori delle vacanze NRF 2019:

migliori categorie per regali di festa

L’abbigliamento può ancora andare bene a causa dei cambiamenti stagionali e delle tradizioni delle vacanze. Ora più che mai, per esempio, abbiamo bisogno di un pigiama di flanella coordinato per rilassarci a casa con stile. Libri e media, giocattoli e cibo sembrano scommesse sicure e confortanti per i regali delle vacanze.

Che cosa sta cambiando? Le vendite di gioielli non sono andate bene dall’inizio della pandemia, con rivenditori che vanno da Kay a Tiffany registrando forti cali di vendite. Non è chiaro se gli acquirenti cambieranno marcia e tratteranno i loro cari in gioielleria durante le vacanze. Anche la domanda di denaro è diminuita, poiché il CDC ha raccomandato ai lavoratori al dettaglio di evitare di gestirla. 

Cosa significano i cambiamenti? Per evitare di regalare denaro, gli acquirenti possono acquistare più buoni regalo durante le festività natalizie. Le carte regalo stanno già guadagnando popolarità tra gli acquirenti che cercano di sostenere le loro attività locali preferite. Google ha persino aggiunto agli acquirenti un modo per acquistare buoni regalo dai profili Google My Business dei rivenditori .

Per quanto riguarda i gioielli, le vendite non sono calate in tutti i mercati. Gli acquirenti cinesi sono il punto luminoso per gioielli e altri marchi di lusso in questo momento, secondo CNN Business, poiché la loro economia inizia a riprendersi dall’impatto iniziale della pandemia.

Cosa puoi fare adesso

Tieni d’occhio l’andamento delle vendite per ciascuna delle tue categorie di prodotti con l’avvicinarsi delle festività. Pensa a sconti e promozioni che potrebbero aumentare gli articoli a vendita più lenta che hai in magazzino. Offri buoni regalo e pianifica promozioni di carte regalo per le vacanze. 

Se il tuo negozio offre prodotti che vendono lentamente a casa ma più velocemente all’estero, potresti voler iniziare a vendere oltre confine per aumentare le tue entrate. I mercati internazionali possono essere uno strumento semplice per costruire una base di clienti all’estero.

 

Leave a Reply

Rispettiamo la tua privacy!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.

Privacy & Cookie Policy